venerdì 9 gennaio 2009

C'è ancora speranza, se ci diamo da fare!

Non bruciate le bandiere, rappresentano anche queste persone
Partiti ed organizzazioni di sinistra, appoggiate queste persone
Organi di informazione, fate il vostro dovere informateci anche su queste realtà
Politici, fate il vostro dovere: lavorate per la pace e rimandate in caserma gli eserciti!
Politici partiti movimenti, spremetevi le meningi, fatevi venire delle idee ma lavorate per la pace.

Riporto in questo post il discorso (con una mia traduzione che potete liberamente migliorare) di Uri Avnery pacifista israeliano tenuto alla manifestazione organizzata dal movimento Gush Shalom (in lingua ebraica: גוש שלום, "il blocco della pace") davanti a 10.000 persone in Tel Aviv il 3 gennaio scorso.


They tell us
We are traitors.
They tell us
We are destroyers of Israel.
They tell us
We are criminals.
 
Ci dicono che siamo traditori
Ci dicono che siamo  I distruttori di Israele
Ci dicono che siamo criminali
 
But we tell them:
The criminals are those
Who started this
Criminal and unnecessary war!
 
Ma noi rispondiamo loro
Che I criminali sono quelli
Che hanno iniziato questa guerra 
Inutile e criminale
 
An unnecessary war
Because it was possible
To stop the Qassams
By the government
stopping the blockade
On the million and a half
Inhabitants of Gaza.
 
Una Guerra inutile
Perchè era possible fermare I razzi Qassams
Se il governo avesse fermato il blocco 
Per un milione e mezzo di abitanti di Gaza
 
A criminal war
Because, on top of everything else
It is openly and shamelessly
Part of Ehud Barak's and Tzipi Livni's
Election campaign
 
Una Guerra criminale 
Perchè in primo luogo è spudoratament ed apertamente 
Parte della campagna elettorale di Ehud Barak e Tzipi Livni
 
I accuse Ehud Barak
Of exploiting the IDF soldiers
In order to get more Knesset seats.
 
Accuso Ehud Barak
Di sfruttamento dei nostri soldati
Al fine di ottenere più seggi in parlamento.
 
I accuse Tzipi Livni
Of advocating mutual slaughter
In order to become
Prime Minister.
 
Accuso Tzipi Livni 
Di aver appoggiato un massacro
Al fine di diventare Primo Ministro.
 
I accuse Ehud Olmert
Of trying to cover up
Rot and corruption
With a disastrous war.
 
Accuso Ehud Olmet
Di cercare di nascondere
Decadimento e corruzione
Con una guerra disastrosa
 
I call upon them
From this tribune,
On behalf of this
Courageous and decent audience:
Stop the war at once!
Stop shedding the blood of
Our soldiers and civilians for nothing!
Stop shedding the blood
Of the inhabitants of Gaza!
 
Mi rivolgo a loro
Da questa tribuna
In nome di queste coraggiose e rispettabili persone:
Fermate questa  guerra una volta per tutte!
Fermate l’inutile spargimento di sangue dei
Nostri soldati e dei nostri civili !
Fermate lo spargimento di sangue 
Degli abitanti di Gaza!
 
The ground invasion
Will cause
An additional disaster,
A mutual massacre
And even more
Terrible war crimes!
 
L’invasione di terra
Causerà un ulteriore disastro
Un massacro reciproco
E terribili crimini di guerra
 
At the end of this war
No general
Will be able to set foot
On European soil
Without fear of being arrested
For war crimes.
We are told
That there is no alternative.
Not true!!!
A cease-fire is possible even now,
Yes, this very minute,
If we agree to lift
The murderous siege,
If we allow the Gaza people
To live in dignity,
If we talk with Hamas.
 
Alla fine di questa Guerra
Nessun generale potrà metter piede
Sul suolo Europeo sensa rischiare un’arresto
Per cimini di guerra.
Ci dicono che non ci sono alternative,
Non è la verità!!!
Un cessate il fuoco è possibile perfino ora,
Si, in questo momento, se siamo d’accordo
Nell’abbandonare l’assedio assassino,
Se consentiamo alla popolazione di Gaza 
Di vivere con dignità,
Se parliamo con Hamas.
 
I wish to address
The people of the South,
The people of Sderot,
Ashdod and Beersheba:
We know your anguish –
Even though we don't live with you,
We know well.
But we also know
That this war
Will not change your situation.
The politicians exploit you,
The politicians conduct a war
On your back.
You too know that!
 
Desidero rivolgermi alla gente del sud,
alla gente di Sderot, Ashdod e Beersheba:
Conosciamo la vostra angoscia – 
Anche se non viviamo con voi, 
Lo sappiamo bene.
Ma sappiamo anche che questa guerra
Non cambierà la vostra situazione,
I politici vi utilizzano,
I politici fanno la guerra alle vostre spalle,
Sappiatelo!
 
I call upon
Olmert, Barak and Livni:
Do not send the soldiers into the Strip!
All three of you will be accused of war crimes!
All three of you will pay the price!
 
Mi appello a
Olmert a Bark e a Livni:
Non mandate soldati nella Striscia di Gaza!
Sarete accusati di crimini di guerra!
Ne pagherete il prezzo!
 
The masses in Israel
Saluting you now
Will punish you tomorrow.
That happened in the
Second Lebanon War
That will happen
Again this time!
And YOU who are standing here,
Women and men,
Young and old,
Jews and Arabs,
YOU who have protested
Against this horrible war
From the first day,
From the first minute,
Isolated and cursed –
YOU are the real heroes!
 
Il popolo di Israele che ora vi acclama
Domani vi punirà.
Accadde nella seconda guerra del Libano
Accadrà di nuovo ora.
E voi che siete qui
Donne e uomini,
Giovani e vecchi,
Ebrei e Arabi,
Voi che avete protestato contro questa orribile guerra
Dal primo giorno,
Dal primo minuto
Isoalti e maledetti –
VOI siete i veri eroi  
 
You can be proud,
Very proud,
Because you stand in the middle
Of a hurricane of hysteria and ignorance,
And are not swept away by it!
You are retaining your sanity,
Not only at home
But here, in the street!
 
Potete essere orgogliosi
Molto orgogliosi
Perchè voi siete nel mezzo
Di una tempesta di isteria e di ignoranza,
E non siete stati spazzati via!
State mantenendo la vostra lucidità,
Non solo nelle vostre case
Ma qui, sulla strada!
 
Millions around the world see you,
Salute you,
Salute each one of you.
 
In milioni nel mondo guardano a voi,
Vi salutano,
Salutano ognuno di voi.
 
As a human being,
As an Israeli,
As a seeker of peace,
I am proud
To be here today.
 
Da essere umano,
Da Israeliano,
Da ricercatore di pace
Io sono orgoglioso di essere qui oggi.
 
Link al sito Gush Shalom http://gush-shalom.org/

13 commenti:

Moshè ha detto...

Grazie Arturo!!!! Purtroppo troppi interessi ci sono intorno a questa piccola terra sofferente. Israeliani e Palestinesi potrebbero essere una grande forza culturale, politica ed economica se fossero o se volessero o se li lascxerebbero essere 2 popoli e 2 stati con eguali diritti e doveri.

Tutto ciò mi appare sempre di più come un miraggio.

Andrew ha detto...

ciao Arturo!
complimenti per il blog, davvero bello! bravo
Ti andrebbe uno scambio link? Il mio è www.diegogarciablog.blogspot.com
Fammi sapere
a presto

Un Amico ha detto...

Mi hai commosso!!! Se tutti gli uomini e donne di sinistra fossero come te (e me e tanti altri) la pace non sarebbe un miraggio, i popoli palestinese ed israeliano sarebbero assieme una grande forza economica, culturale e politica. Ma ci sono troppi interessi che mantengono e alimentano l'odio.


Grazie ancora per il tuo contributo!!!

mau/C ha detto...

Bravo Arturo così si fa, non bisogna assolutamente gettare benzina sul fuoco come fanno aimè tanti compagni che professandosi comunisti dicono "era meglio farne saponette" riferendosi agli israeliani e quindi agli ebrei di tutto il mondo...mi chiedo come sia possibile che "la banalità del male" riesca a contagiare chiunque di fronte al dolore; forse c'è un forte senso di colpa generalizzato: bene, allora agite per la pace o tacete!!!
Shalom Salam

la signora in rosso ha detto...

grazie, ho letto con piacere il tuo post, e come da a me occasione di riflettere spero che sia utile anche a tutti i tuoi lettori.Un abr

"Arturo" ha detto...

Grazie a tutti, vi prego di diffondere. Di fare in modo che si sappia che laggiù c'è chi combatte questa inutile e "stupida" guerra.
L'informazione è anche un avalido aiouto che possiamo dare.

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Tutte le guerre sono stupide, il muro contro muro porta solo alla distruzione di entrembi, anche se si ha ragione.
Purtroppo gli interessi sono al di sopra della ragione e della ragionevolezza. Ma la fiducia in una illuminazione del cuore e della mente di chi ha in mano il destino di quelle terre, è sempre viva.
Basterebbe veramente poco, come mostri in questo bellissimo post

coscienza critica ha detto...

Parole lodevoli, anche se i signori della guerra se ne infischiano di essere poi accusati. In ballo c'è una grande spartizione di danaro e di fronte a tanti soldi ogni parola è vana. Ahimé.

luly ha detto...

Quante verità in queste parole, Arturo.
La pace, prima di tutto.

Luna ha detto...

Antes de nada, gracias por seguir mi blog. Es un honor. Espero que vuelvas.

Me uno a los dseos de paz.
El hombre fue dotado de inteligencia emocional, y el don de la palabra.
Si los utiliza, sobran las guerras.

Un saludo a todos.

redentatiria ha detto...

ciao arturo
mi sono assentata un pò per via della campagna elettorale che sto cercando di seguire come posso da facebook,forse il mio contributo servirà a poco (visto le forze in campo),ma almeno potrò dire di aver fatto quanto potevo.per quanto riguarda il post ....bellissimo come sempre.
sai che un mio contatto su fb ha messo sulla sua pagina delle foto sulla strage che sta avvenendo in palestina ....agghiaccianti!!!!
io credo che possano fare molto quegli israeliani
che non ci stanno,che non accettano la politica della guerra come soluzone dei problemi.
ma la strada purtroppo è lunga e in salita!!!!
e intanto la strage continua e l odio fra idue popoli cresce ,è un circolo vizzioso da cu è difficile uscire.

"Arturo" ha detto...

volevo solo evidenziare che non è tutto bianco e tutto nero. Che ci sono persone che prescindono dalla nazionalità e dal credo religioso mettendo in primo piano quei valori, come la pace, che rischiano di andare in estinzione...insieme a noi. Non lo vogliamo, ed allora ciascuno di noi come e dove può si deve attivare.
Grazie a tutti e per quanto riguarda il nostro paese proviamo a ripartire dalla Sardegna, vero Rede?

ubik ha detto...

concordo. Uri Avnery è uno dei pochi grandi che fanno ancora grande Israele nonostante tutto. Complimenti per la segnalazione.

Bookmark and Share

Free Blogger Templates by Isnaini Dot Com and Architecture. Powered by Blogger