mercoledì 30 settembre 2009

L'ultima spiaggia

Qualcuno ricorderà un vecchio film con Gregory Peck che raccontava di un’esplosione nucleare nel nord del mondo. Le radiazioni dal nord lentamente scendono verso sud uccidendo tutti abitanti del pianeta. In Australia intanto aspettano la morte in una spiaggia. Da vedere e rivedere.

Un po’ come ci sentiamo noi, popolo della sinistra. Le radiazioni della destra, berlusconiane e leghiste, stanno contaminando questo disgraziato paese e rischiamo di non avere neanche una spiaggia dove rifugiarci.

Una ci sarebbe, ma dobbiamo solo decidere se andarci per morire o per respingere le radiazioni .

Qualcuno deve capire, mettendosi il cuore in pace, che il mondo è cambiato e che la gente vuole un segnale forte e comprensibile, che i giochetti di potere non pagano più. Che è tempo di etica e di rispetto. E’ tempo di proposte chiare, comprensibili. Ci sono due concezioni profondamente diversa della società e della convivenza civile: la nostra e la loro.

Ma, qualcuno deve avere il coraggio di farsi da parte. Chi si ostina a non capire che il mondo è cambiato, chi non accetta il rispetto delle regole e anche chi è già stato colpito dalle radiazioni.

Qualcuno deve smettere di minacciare di andarsene, vada!

Qualcuno deve capire che le primarie sono un’opportunità enorme per spiegare un progetto di partito, per evidenziare le differenze: noi e loro.

Qualcuno deve capire che il PD non è il PC e neanche la DC. E’ il PD.

La mia solidarietà a Franceschini e il mio voto (già dato) a Marino.

5 commenti:

redentatiria ha detto...

Lo capiscono ,caro Arturo ...capiscono tutto,ma è molto dificile abbandonare le proprie posizioni di rendita,non è facile,loro ci stanno bene,fanno i loro accordi ...più o meno sotterranei e la cosa peggiore sai qual'è? che anche persone apparentemente in buona fede..seguono acriticamente il gregge.Ieri dopo aver commentato il link di un mio amico che chiamava a racolta per votare bersani alle primarie (il mio amico è stato per molto tempo sindaco del suo paese),ho visto con piacere che tutte le persone che hanno commentato dopo di me,erano d'accordo con il mio commento e per Marino

la signora in rosso ha detto...

sarà quel che sarà.... importante è averci provato!

Nikka ha detto...

Eh si Arturo che Rutelli vada ... speriamo che si porti via anche la Binetti già che c'è! ;-)

redentatiria ha detto...

rido da sola...Rutelli mi fà venire in mente "tziu juann'Antoni",aveva una barca di figli e poca voglia di lavorare.
Soffriva perennemente di una forma di polmonite alla coscia(molto rara).Quando litigava con la moglie minacciava di buttarsi...senza specificare da dove...diceva:"muntenidemi ca mi che ghetto"(tenetemi perchè mi butto)ma non si è mai buttato....e morto alla soglia dei cento anni...Rutelli mi sembra voglia fare la stessa cosa...minaccia di andarsene..sperando che qualcuno ... lo tenga

Andrew ha detto...

Ciao Arturo, complimenti per il blog. Ti va uno scambio link? Fammi sapere sul mio

http://andreainforma.blogspot.com

Bookmark and Share

Free Blogger Templates by Isnaini Dot Com and Architecture. Powered by Blogger