giovedì 19 novembre 2009

Quando c'è il pane c'è tutto. E l'acqua?

Si diceva una volta: quando c'è il pane c'è tutto.

C'era da mangiare.
Si dava per scontato che l'acqua non era un problema. Almeno l'acqua. Per bere, per lavarsi.
L'acqua è il bene tangibile più prezioso e più indispensabile.

Il corpo umano è al 60% acqua.

Non sarà più così.
L'erogazione dell'acqua questo governa la privatizza.

- Il popolo reclama acqua maestà!
- Che beva champagne.

Chi ha soldi potrà sprecare con tutta serenità l'acqua, chi non ne ha la dovrà razionare.
Il nostro "amato" presdelcons continuerà a farsi le sue docce fredde tra un tentativo e l'altro di sesso a cachet, noi dovremo aspettare la pioggia?

In piazza, in piazza, in piazza.



6 commenti:

Minu ha detto...

sì scendiamo in piazza ma armati questa volta
minu terrorista

Minu ha detto...

armati di bottigliette d'acqua ovviamente ;)

"Arturo" ha detto...

Io lo avevo capito, ma non si sa mai.
Acqua naturale, poi noi la frizziamo

francesco lo piccolo ha detto...

anche per questo parteciperò al No B Day del 5 dicembre. Hai visto il mio: http://go2.wordpress.com/?id=725X1342&site=pagineonlife.wordpress.com&url=http%3A%2F%2Fwww.acapela.tv%2Fgood-old-times-85665859_c0062d1ee90a2.html

Nikka ha detto...

Ciao Arturo
questa storia dell'acqua mi lascia a dire il vero perplessa sul giudizio perchè ho cercato di approfondire e come al solito più sai più hai le idee confuse ....
Quello che ho capito è che:
1) il prezzo dell'acqua è politico ed è determinato non dal governo ma dai sindaci (quindi paghi a seconda di dove abiti)
2) Poichè è un prezzo politico - quindi molto basso - non ci sono soldi per ristrutturare la rete e quindi i nostri acquedotti perdono talvolta anche il 50% dell'acqua che trasportano
3) Non si vende l'acqua che rimane di proprietò dello stato ma le strutture (fatiscenti) per la distribuzione.

Detto questo e mantenendo una sana e motivata diffidenza verso questo governo proprio perchè l'acqua è un bene prezioso io sarei disposta a pagare un pochino di più se a fronte di questo avessimo un impianto distributivo nuovo e non dei colabrodi, se capitali e idee riuscissero a eliminare sprechi ...

Io credo che l'argomento sia complesso e non me la sento di essere contro senza prima aver capito bene ....

Nikka confusa

redentatiria ha detto...

@ Nikka.
Il problema è che a fronte di un ,aumento abnorme del prezzo ,non c'è un servizio più efficente.Quì in Sardegna ,sono anni ormai che è subentrata la potentissima Abba Noa e la rete idrica continua ad essere un colabrodo ,la qualità dell'acqua pessima e i prezzi più che decuplicati

Bookmark and Share

Free Blogger Templates by Isnaini Dot Com and Architecture. Powered by Blogger